fogliettoIllustrativo.it

Il Foglietto Illustrativo (Il Bugiardino)

Che cosa è il foglietto illustrativo e a cosa serve?


In questa sezione parleremo di cos'è il foglietto illustrativo e a cosa serve.

Il foglietto illustrativo dei farmaci, tecnicamente chiamato "il Bugiardino", è quel foglietto che troviamo in tutti i farmaci sia da banco che etici che ci da le indicazioni sulla composizione del farmaco, sui principi attivi, sulla posologia (dosaggio) sulle controindicazione e su tante altre cose che vedremo di seguito.

Il foglietto illustrativo è un un documento ufficiale e lo troveremo sempre ben ripiegato nella confezione farmaceutica e serve a spiegare al paziente come utilizzarlo per iniziare la cura.
Molte sono le persone che non leggono "il bugiardino" prima di iniziare una cura con un determinato medicinale affidandosi cecamente a quanto dice il medico. Tanti altri ancora invece, provano a leggerlo ma non ne comprendono il significato a causa dei termini complessi e delle innumerevoli voci.
La maggior parte delle persone che leggono "il bugiardino" si limitano alla sola lettura della posologia.

La lettura del "bugiardino" risulta essere altamente consigliata per qualsiasi tipo di farmaco ma d'obbligo quando si acquistano medicinali da banco (automedicanti), cioè qui medicinali che si possono acquistare nelle farmacie o parafarmacie che non hanno bisogno di alcuna prescrizione medica. Pur essendo questi medicinali dichiarati da banco non significa che possono essere presi con leggerezza senza fare le proprie considerazioni e valutazioni.

Tutti i farmaci possono avere controindicazioni e avere reazioni differenti a secondo del soggetto in cura, chi prende un farmaco è bene che sappia cosa stà prendendo e soprattutto che tipo di principio attivo sta assumendo.

Abbiamo prima citato i farmaci etici (con ricetta e prescrizione medica) e farmaci da banco (automedicazione senza ricetta), la differenza tra i due tipi di farmaci è ovvia, la prima sono farmaci più forti e che devono essere prescritti dal medico in base alla storia del paziente e dalle varie forme di malattie, i secondi invece sono farmaci per curare sintomi blandi e poco significativi come un semplice mal di testa.

In ogni caso nel foglietto illustrativo se un farmaco e ritenuto da banco sarà scritto in evidenza in testa al foglietto.

In sintesi, i farmaci vanno utilizzati con grande attenzione e su consiglio del medico, Qualora si assumessero farmaci da banco occorre fare attenzione agli eccipienti soprattutto nelle persone allergiche o con gravi intolleranze alimentari.

In ogni caso ricordate sempre di guardare la scadenza del farmaco e leggere attentamente il bugiardino.

Come si legge il foglietto illustrativo?


Sono tante le voci che compongono "il bugiardino", alcune di queste:

  • Composizione
  • Forma farmaceutica o formulazione
  • Categoria farmacoterapeutica
  • Indicazioni terapeutiche
  • Controindicazioni
  • Precauzioni di impiego e Avvertenze speciali
  • Interazioni
  • Dosi e tempi di somministrazione
  • Sovradosaggio
  • Effetti collaterali
  • Scadenza e conservazione
  • Titolare dell'autorizzazione all'Immissione in commercio A.I.C.
La prima cosa che si trova nel foglietto illustrativo è la composizione del farmaco ovvero dove si troviamo tutti i composti utilizzati nella preparazione del farmaco e le loro quantità.
I composti che troviamo nei farmaci sono il "principio attivo" e "gli eccipienti".Il principio attivo (o i principi attivi) è la componente che da vita agli effetti benefici del farmaco.
Gli eccipienti sono quelle sostanze prive di proprietà curative che servono a favorire la conservazione e assorbimento dello stesso rendendolo più facilmente assorbibile o per migliorarne il sapore. In alcuni casi gli eccipienti possono provocare ugualmente disturbi in alcuni soggetti come ad esempio eccipienti dove sono contenute proteine del latte che potrebbero causare allergia in alcuni pazienti per l'appunto allergici ai latticini e cosi via.
In questo paragrafo viene descritto in quale forma si presenta il farmacoe in quanta quantità se ne trova nella confezione.
I farmaci si possono presentare in molto modi come: compresse, confetti, capsule, bustine, supposte, sciroppo, soluzione, gel etc etc.
Troviamo scritta la classificazione del farmaco in base al suo meccanismo di azione (antibiotico,analgesico,antiinfiammatori,diuretici,etc etc).
Troveremo descritte tutte le malattie o disturbi per cui il farmaco ha proprietà terapeutiche a seconda della classificazione del fermaco.
Le controindicazioni sono tutte quelle condizioni dovute a malattie esistenti o stati fisici del paziente (es:gravidanza) dove è severamente sconsigliato/vietato assumere il farmaco.
Le controindicazioni possono essere relative o assolute.
Si parla di controindicazioni relative quando il farmaco è altamente sconsigliato ma dove per alcuni casi molto particolari, il medico potrebbe decidere ugualmente la somministrazione controllandone la posologia e gli effetti.
Si parla di controindicazioni assolute quando il farmaco è vietato per alcune condizioni e non può essere assolutamente somministrato ad un paziente.
Suggerisce ai pazienti la corretta modalità di assunzione.
Possiamo ad esempio trovare con quale liquido ingerirlo o mescolarlo se va preso prima durante o dopo i pasti, le quantità di somministrazione per bambini adulti vecchi o donne gravide.
Ci dice di non prendere il farmaco assieme ad altri farmaci o sostanze per evitare effetti indesiderati, per non ridurre l'efficacia o amplificarne l'effetto.
Qui vengono indicati i corretti dosaggi (min-max) giornalieri per prendere i farmaci. Ad esempio prendere una compressa prima dei pasti 2 volte al giorno ogni 6 ore.
In questa sezione vengono indicati i disturbi che possono presentarsi in caso di sovradosaggio del farmaco.
Se un sovradosaggio del farmaco potrebbe provocare gravi conseguenze verranno indicate anche le misure urgenti da prendere.
Per ogni farmaco possono presentarsi effetti collaterali dovuti alla sua somministrazioni.
Questi effetti non sono certi, ma sono tutti quelli che durante la sperimentazione si sono presentati sui tester.
Pure essendo fastidiosi, come ad esempio sonnolenza o inappetenza sono necessari per garantirne il beneficio.
In questa sezione si trovano una lista dei disturbi più comuni che il farmaco può causare.
In questa sezione viene indicata la temperatura di conservazione del farmaco per non farlo degradare e per mantenere la sua proprietà e la data entro cui consumare il farmaco.
Indica l'azienda autorizzata a vendere il farmaco